Il Maestro Tran Ngoc Dinh

Il fondatore del Viet Anh Mon è il Maestro Tran Ngoc Dinh, un Vietnamita residente in Italia dal 1971, esperto di arti marziali vietnamite e cinesi, che in questi anni ha mantenuto stretti rapporti con il suo Paese di origine e con gli anziani maestri residenti a Ho Chi Minh City (Saigon) e ad Hanoi, compiendo numerosi viaggi di ricerca e di approfondimento.

Biografia

Il Maestro Tran Ngoc Dinh nasce a Nam Dinh, nel Vietnam settentrionale, il 29 dicembre del 1951, sotto il segno del gatto (che nell’oroscopo cinese corrisponde alla lepre). Nel 1954 si trasferisce a Vinh Long, nel Sud Vietnam, dove inizia ad apprendere i primi rudimenti delle arti marziali vietnamite, seguendo l’insegnamento di suo zio.
Nel 1960 la famiglia si trasferisce a Saigon (attuale Ho Chi Minh City), ma il giovane Tran Ngoc Dinh continua a seguire gli insegnamenti dello zio, che torna a trovare ogni estate. Nel 1964 a Saigon inizia lo studio del Tae Kwon Do, nel quale raggiungerà il grado di VI dan ITF (International Taekwondo Federation). In questo periodo, assecondando la sua passione e la sua curiosità per il mondo delle arti marziali, pratica per qualche anno anche Aikido e Judo.
Nel 1971 si trasferisce in Italia per motivi di studio e insegna Tae Kwon Do fino al 1976, anno nel quale entra a far parte della neonata Federazione Internazionale di Viet Vo Dao, che riuniva i principali maestri vietnamiti di arti marziali operanti in Europa.
Nel 1980 lascia la Federazione Internazionale per continuare il suo percorso personale di ricerca nell’ambito delle arti marziali vietnamite e cinesi. Cominciano i suoi viaggi di studio in Vietnam, nel corso dei quali entra in contatto con i più importanti maestri anziani di arti marziali tradizionali, a Ho Chi Minh City e ad Hanoi.

   

Il Maestro Tran Ngoc Dinh (al centro) tra il Maestro Ta Nam ed il Maestro Diep Quoc Luong.

 

Sotto la loro guida si dedica allo studio approfondito dei principali stili vietnamiti e sino-vietnamiti: il Binh Dinh con il M° Truong Thanh Dang († 1985), fondatore della scuola Sa Long Cuong; il Vo Dang Luc Hop (Wu Tang) con il M° Ta Nam († 2008), il più anziano maestro allora vivente a Cholon (quartiere cinese di Ho Chi Minh City), che diventa il suo Su Phu (maestro-padre) e lo introduce nella comunità cinese; il Bach Mi (Bak Mei) con il M° Diep Quoc Luong (†1991); il ThaiCuc Duong Lang (T’ai Chi Tang Lang) con la M° Tran To Nu, allieva diretta del M° Trieu Truc Khe († 1991); il Vinh Xuan (Wing Chun) con il M° Ngo Si Qui († 1997), allievo diretto del M° Nguyen Te Cong († 1963); il Thieu Lam Chu Gia (Shao-lin Zhou Gar) con il M° Sui Dau († 1990), allievo diretto del M° Luu Phu (†1971).

   

Grazie alla profonda conoscenza acquisita, il Maestro Tran Ngoc Dinh è considerato uno dei massimi esponenti delle arti marziali sino-vietnamite e, nell’ambito della comunità marziale cinese in Vietnam, gli viene attribuito il soprannome Tran Kim Long (Tran "drago d’oro"). Decide quindi di fondare la sua scuola, denominata inizialmente scuola Kim Long.
Negli Anni '90 del XX secolo l'esperienza maturata lo conduce alla fondazione dello stile Viet Anh Mon, che rappresenta la sintesi di un lungo percorso di ricerca, la sua "Via" (Dao) e il suo lascito dal punto di vista tecnico e filosofico alle future generazioni di allievi. Negli ultimi anni si è progressivamente allontanato dall'insegnamento ordinario per seguire il suo sentiero spirituale, che lo ha condotto nel dicembre 2008 a prendere i voti come monaco buddista di tradizione Tibetana, con il nome di Gyalten Choyal.